giovedì 12 maggio 2016

Come realizzare i pattini in pasta polimerica - tutorial


Oggi  in questo nuovo post rispondo con molto piacere a Jessy, una lettrice, che, dopo aver letto un mio precedente post dedicato al mondo del pattinaggio, mi scrive tra i commenti :
"Ciao, io vorrei provare a fare dei pattini di pasta di zucchero per la festa di compleanno della mia bimba che tra poco avrà anche la sua prima gara! Mi puoi aiutare? Grazie Jessy"
E come poter resistere a questa richiesta di aiuto? #SOS Alberta Bijoux è pronta per una nuova missione.
Con un semplice foto tutorial spiegherò a Jessy e a tutti voi come realizzare in pochi passaggi dei pattini in pasta polimerica.
Certo, Jessy mi scrive che deve lavorare con la pasta di zucchero ma, per molti aspetti, le paste sintetiche e le paste di zucchero hanno parecchio in comune; sono entrambe facilmente modellabili, hanno parecchi attrezzi in comune e per la semplificazione delle forme seguono procedimenti simili. Pertanto spero che questo tutorial le possa essere di spunto per realizzare la decorazione per la torta più bella che sua figlia abbia mai ricevuto per il suo compleanno e che le porti tanta fortuna per la sua prima gara di pattinaggio.

pattini fimo alberta bijoux


Questo tutorial giunge a proposito perché mia figlia Alberta, che quest'anno oltre ad aver frequentato un corso di danza hip hop ha deciso di riprendere il pattinaggio,  mi ha chiesto di prepararle un pattino portafortuna da attaccare alla sua sacca sportiva.
Colgo questa occasione quindi per fotografare le varie fasi della lavorazione.

Occorrente per realizzare un pattino in pasta polimerica:
  • pasta polimerica bianca You Clay TO-DO 001 white
  • pasta polimerica grigia  You Clay TO-DO 040 silver grey
  • pasta polimerica marrone chiaro You Clay TO-DO 008 gold
  • pasta polimerica trasparente You Clay TO-DO 016 transparent
  • mattarello per paste polimeriche
  • taglierino
  • 4 chiodini a T
  • una tenaglia
  • un fornetto elettrico per la cottura
  • (guanti in lattice)

pattini pasta polimerica alberta bijoux tutorial


Dopo aver preso un pezzetto di pasta bianca ed averla manipolata scaldandola tra le mani,
ottengo una sfera.

pattini fimo alberta bijoux tutorial

Imprimo alla sfera una forma che ricorda la lettera L per cominciare a dar forma allo stivaletto.

pattini fimo alberta bijoux

Tenendo saldamente in mano il piede dello stivaletto, con il dito indice della mano opposta inclino verso destra la parte alta dello stivaletto. Ora posso cominciare a intravvedere la forma di un pattino.

pattini fimo alberta bijoux tutorial

Applico una sottile  e piccola sfoglia rettangolare di pasta polimerica bianca sopra allo stivaletto per andare a ricreare la linguetta del pattino.


pattini fimo alberta bijoux tutorial


Mancano i lacci: dopo aver segnato con la punta di un chiodino a T gli occhielli per i lacci, vado a stendere un sottilissimo cordoncino di pasta polimerica bianca e lo vado a inserire sempre aiutandomi con il chiodino negli occhielli semplicemente con una leggera pressione.
Le paste polimeriche infatti si "incollano" per contatto.

pattini fimo alberta bijoux


Mi diverto ad ottenere l'intreccio di lacci che preferisco.

pattini fimo alberta bijoux tutorial

Fisso i lacci con una ciocca.

pattini fimo alberta bijoux tutorial

Posiziono orizzontalmente il pattino sul piano di lavoro e con il taglierino vado a levare l'eccesso di pasta nella parte alta dello stivaletto. Il taglio  deve essere obliquo e netto in modo da ottenere un effetto più verosimile e che metta in maggiore risalto la linguetta del pattino.

pattini fimo alberta bijoux

E ora è il momento della suola: applico una sottile sfoglia di pasta polimerica gold sotto allo stivaletto.
Per misurare l'esatta forma basta appoggiare sulla sfoglia gold il pattino
e con il taglierino ritagliare tutt'intorno la pasta in eccesso.

pattini fimo alberta bijoux


Da una piccola pallina di pasta polimerica gold creo una sfera e vado ad applicarla sotto la suola per formare il tacco. Facendo una leggera pressione con le dita lo faccio aderire bene alla suola.


pattini fimo alberta bijoux


Per fare il carrello del pattino applico, con lo stesso procedimento, un sottile rettangolino di pasta polimerica silver.

pattini fimo alberta bijoux


Poi, da un cilindrino di pasta polimerica transparent, vado a tagliare 4 fettine.
Queste diventeranno, applicate sotto al carrello, le ruote del nostro pattino polimerico.
Consiglio di inserire al centro delle rotelline le testine, mozzate con la tenaglia, dei chiodini a T.

pattini fimo alberta bijoux tutorial

Dopo aver aggiunto il freno anteriore, semplicemente ricavato da una piccola sfera di pasta transparent, siamo pronti per la cottura.

pattini fimo alberta bijoux tutorial


Il pattino dovrà essere cucinato, per assumere forma solida, in un fornetto elettrico alla temperatura di circa 110° per 20 minuti. Vi consiglio sempre di inserire un termometro da forno internamente in modo da poter controllare l'effettiva temperatura ed evitare lo spiacevole inconveniente delle bruciature.


pattini fimo alberta bijoux

E poi via!!! Si pattina! Non sono mai stata molto sportiva, ma il pattinaggio mi è sempre piaciuto molto per la sensazione di libertà che trasmette.
 Sembra di volare, non solo sui pattini, ma anche sulle ali della fantasia.

Spero che questo tutorial vi possa essere stato utile.
Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitate ad utilizzare la sezione commenti qui sotto.
 Vi risponderò con piacere.


Per seguire altri miei tutorial vi ricordo che continua la mia collaborazione
il blog-community per il quale curo la rubrica #polimeripink
dove potrete trovare i miei consigli su come utilizzare al meglio le paste polimeriche.


8 commenti:

  1. Che pazienza!!! E' un lavoro minuzioso e preciso, bravissima!!
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Mai come te che sai far fiorire di creatività anche la cera del Galbanino! Super Creando Riciclando!

      Elimina
  2. Ti nomino nel mio liebester award!!! Vieni a trovarmi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente grazie Antonella, ti seguo con piacere e aspetto le domande per il Liebster 😊 un salutone

      Elimina
  3. Ciao cara!
    Ho appena scoperto il tuo blog e mi sono unita con piacere ai tuoi lettori fissi.
    Ti aspetto da me <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maddalena, ben trovata! Mi unirò con grande piacere ai lettori del tuo blog! Arrivo subito! Un salutone

      Elimina
  4. Anche mia figlia è appassionata di pattinaggio e quest'anno ha fatto la sua prima gara ufficiale! Io emozionatissima, e questo ciondolino è davvero molto bello! Complimenti per la pazienza e la manualità!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pattinaggio è uno sport bellissimo. Immagino l'emozione di vederla volteggiare!Grazie, ora ne devo preparare altri per le amiche di mia figlia. Un caro saluto è in bocca al lupo per la prossima gara.

      Elimina

Lasciate i vostri commenti, vi risponderò con piacere.