giovedì 14 luglio 2016

Il mio nuovo timbro personalizzato è arrivato! Grazie Carlotta!

Sono troppo contenta! Il mio nuovo timbro personalizzato è arrivato!

Prima di svelarvi questa mia piccola ma preziosa novità voglio raccontarvi come è nata l'idea di questo timbro.

Da tempo mi sto impegnando seriamente a definire meglio l'identità di Alberta Bijoux:
sto cercando, pian pianino, di migliorare la grafica del mio blog, mi sto impegnando a migliorare il packaging delle mie creazioni in modo che, chi le riceve,
possa sentirle come un piccolo pezzettino di me, curato e personalizzato in ogni dettaglio unico e originale.
C'è ancora tanto da lavorare ma spero di essere sulla strada giusta. 

Tutto è cominciato quando, qualche tempo fa, mi sono imbattuta per caso su Facebook nella fantasiosa  pagina di  CarlottaCreativaHandmadeWithLove e di conseguenza
nel suo blog Carlotta Creativa.

Ho così scoperto che Carlotta è una Graphic Designer e una mamma davvero speciale che, nel tempo libero, realizza  fantastici complementi d'arredo come cuscini, set da cucina, romantiche e dolcissime bomboniere rifinite nei minimi dettagli .... e tanto altro!

Carlotta è specializzata anche nella creazione di timbri personalizzati che lei esegue, consigliando, ascoltando attentamente ed elaborando le idee e i desideri di chi glieli richiede.
Così, tra le sue foto ho scoperto questi piccoli capolavori, i suoi timbri, capaci di raccontare, nello spazio di pochi centimetri, tutta la creatività dei loro committenti e ho deciso di chiederle di realizzarne uno per me, per Alberta Bijoux.

Per prima cosa ho esposto a Carlotta i miei dubbi: inizialmente ero indecisa infatti
se dare la precedenza a un timbro dedicato esclusivamente alle "Albertine Bijoux",
le mie bamboline vestite di abiti polimerici,


le albertine bijoux collana bambolina alberta bijoux fimo
Le Albertine Bijoux

oppure concentrarmi sull'ideazione di un timbro più generico e versatile, dedicato ad "Alberta Bijoux" e ai Macarons, soggetto ricorrente nei miei bigliettini da visita e nel blog.



biglietto da vista alberta bijoux
Il mio biglietto da visita


Dopo avermi presentato alcune stupende bozze di timbro dedicate ad entrambe le soluzioni (mamma mia, ricordo che imbarazzo nella scelta!!!),



Le proposte di timbro personalizzato by CarlottaCreativa


Carlotta mi ha consigliato giustamente di optare per la soluzione più semplice e fruibile.
Con il timbro "Alberta Bijoux" avrei potuto personalizzare ogni creazione!

Convinta di ciò ho spiegato a Carlotta che l'immagine che da sempre ricorre nel mio brand è quella dei Macarons in pasta polimerica.
Le ho quindi inviato la foto di un mio bozzetto con disegnati tre Macarons, con gancetto a vite (per distinguerli da quelli commestibili) sovrapposti.


Il mio bozzetto con i Macarons


Incuriosita dall'arte di Carlotta, ho approfittato e, tra un consiglio e l'altro, tra una bozza e l'altra, per scegliere i caratteri più adatti ed efficaci, le ho posto qualche domanda.

Carlotta come è nata la tua passione per i timbri?

"Sono una Graphic Designer e, fin da piccola, ho sempre amato creare ... disegnare ... e soprattutto personalizzare le creazioni. Ecco da dove nasce l'idea dei timbri personalizzati ... inoltre amo sperimentare!"

Ti occupi di timbri ma anche di altro ..... raccontami .....

"Mi occupo anche di cucito creativo come puoi vedere nel sito ( http://carlottacreativa.blogspot.it/) ... ma amo lavorare anche il legno, il gesso, le paste modellabili. Amo la creatività in generale.


Quale è il timbro più strano che hai realizzato?
"Il timbro più stano ..... la riproduzione della soffitta di una cliente!"
Beh, insomma è giunto il momento di presentarvi la bozza prescelta! Siete pronti?
Eccola!

La bozza che ho scelto
Che dite? Vi piace?
Il timbro è arrivato veloce veloce e ora è qui tra le mie mani!
Il mio nuovo timbro by CarlottaCreativa
Sono così contenta che se non mi fermate
 metterò il timbro anche sui muri!!!!!
Grazie Carlotta!

Ecco dove potete trovare Carlotta:

martedì 12 luglio 2016

Il Mago di Oz: un segnalibro e un ciondolo per ricordare


L' hobby delle paste polimeriche è per me spesso anche una grande e bellissima occasione per conoscere altre creative.
Oggi ho il piacere di presentarvi  Elisa di ES_Bijoux_.
Elisa, gentilissima, mi ha aiutato a completare una sorpresa per mia figlia. Ora vi racconto come e perché l'ho conosciuta.

Dovete sapere che a giugno, uno degli ultimi giorni di scuola, mia figlia Alberta ha partecipato alla recita di fine anno "Il Mago di Oz" indossando orgogliosamente i panni della protagonista Dorothy.
Da tempo, lei e le sue amiche si erano dedicate, molto fantasiosamente e creativamente, alla realizzazione del manifesto e dei biglietti di invito per i genitori.







Felice ed emozionata, ripeteva il suo copione anche in camera ovviamente sempre con il suo fedele cagnolino Toto, interpretato da Cika, la nostra bassottina di casa.

Ma, neanche a farlo apposta, proprio due giorni prima della recita, alla nostra Dorothy è salita la febbre alta. Attimi di tensione, di pianti e di ........................ tanta tachipirina!
Non avrebbe mai rinunciato alla recita, dato che per lei rappresentava qualcosa di molto di più importante di una semplice parte bensì il felice coronamento dei cinque anni di elementari, anni di crescita, di impegno ma anche di grandi soddisfazioni personali. 
E oltretutto, cercare all'ultimo una sostituta sarebbe stato praticamente impossibile. Quindi, come dicono gli attori professionisti " Show must go on".

La conoscete la storia de "Il Mago di Oz"?
E' la storia, scritta da Lyman Frank Baum e pubblicata nel 1900,  di una graziosa bambina di nome Dorothy che viene trasportata da un violentissimo ciclone insieme al suo cagnolino Toto e alla sua casa, in un mondo fantastico e colorato.
Qui, insieme a nuovi e originali amici, inizierà un lungo e metaforico viaggio alla ricerca del grande Mago di Oz. Durante questo percorso che faranno insieme, aiutandosi a vicenda e superando varie prove, scopriranno che in realtà tutto ciò che ci serve per essere felici è già dentro di loro.

Ho deciso quindi, per ricordare questa significativa esperienza di preparare ad Alberta,
di nascosto, un particolare segnalibro in fimo che riproducesse le gambe della strega malvagia dell' Est rimasta schiacciata dalla casa di Dorothy.


mago di oz segnalibro fimo
Il segnalibro in pasta polimerica by Alberta Bijoux


E, per non dimenticare le ultime ed emozionanti parole della sue battuta finale "Nessun posto è bello come casa mia", ecco qui che mi è venuta in aiuto Elisa.

Ho pensato di commissionare ad Elisa, essendo rimasta colpita dalle foto delle sue creazioni caricate nel suo profilo Instagram, un ciondolo con incisa l'utlima battuta della recita pronunciata da Alberta affinchè questa frase non rimanesse solo uno splendido ricordo nella memoria, ma qualcosa da tenere sempre con sé e su cui riflettere.

"Nessun posto è bello come casa mia". Ed è proprio vero! L'augurio che le posso fare io è che, per quanto sia bello il mondo, possa sempre avere il piacere di ritornare in un posto chiamato casa.


Ecco la deliziosa confezione che conteneva il ciondolo preparato da Elisa di ES_Bijoux_
Il ciondolo inciso by ES_Bijoux _
Con questo mio progetto nella mente ho cominciato a messaggiarmi con Elisa e a farle qualche domanda in più scoprendo oltretutto che anche lei è una grande appassionata di paste polimeriche. Così, da vere creative, abbiamo cominciato a chiacchierare.
Bene, ve la presento. Ciao Elisa!

Perché ES_Bijoux_? E come Elisa....S come.....?

"Allora, ES sta a significare E come Elisa e S come Silvia. Silvia è mia sorella; lei non lavora alle mie creazioni ma siamo molto legate fra noi. Anni fa, quando stavo pensando al mio logo, mi sono guardata il tatuaggio che abbiamo fatto insieme, appunto ES e da lì è nata l'idea.
Per la grafica e la cura particolare del logo devo ringraziare però Claudia di @fattoconilcuore perché è riuscita a rappresentare tutto quello che volevo, anche di più."


Quando è nata la tua passione per  i bijoux?

"La mia passione per i Bijoux penso di averla sempre avuta: fin da piccola rubavo le cose di mamma e creavo abbinamenti perdendomi con la fantasia tra collane, spille, orecchini e anelli. E poi, crescendo, il mio amore iniziale per gli orecchini mi ha portato ad entrare in questo mondo affascinante in primis dei bijoux e successivamente ho scoperto il fimo e me ne sono perdutamente innamorata. Ti confesso una cosa: all'inizio non riuscivo a fare niente con il fimo ero un vero e proprio disastro. Poi con la pazienza, la costanza e la passione, ho preso il via.....Adoro tutto ciò che è handmade. Penso che le cose fatte a mano abbiano un valore aggiunto. Un oggetto personalizzato creato apposta per una determinata persona è qualcosa di veramente unico..."



Le dolcissime creazioni di ES_Bijoux_

Ma non è davvero incantevole questa "plexifimo Family"?
Mi ha colpito questa tua idea innovativa di mescolare il fimo con il plexiglass!
Tra i tuoi deliziosi bijoux e le medagliette incise spiccano bellissime creazioni in pasta polimerica: i tuoi dolci bijoux fanno venire letteralmente l'acquolina in bocca da quanto sono realistici!
Dato che siamo "colleghe di fimo" raccontami del tuo rapporto con il fimo.

"La particolarità del fimo è che con un panetto tra le mani puoi creare tutto quello che ti passa per la testa...puoi dare libero sfogo alla fantasia! Mi piace mettermi alla prova e creare sempre cose nuove."




Le stupende creazioni di ES_Bijoux_"Le donne belle sono quelle felici"

Guardando questa foto io aggiungo ...."le donne belle sono quelle creative"!
Quale è stata la creazione più insolita che hai realizzato?

"La creazione più insolita...mah, ti dirò che di richieste strane ne ho avute.....ma la più insolita è stata quella di un ragazzo che voleva fare un portachiavi per il compleanno della sua compagna e ha voluto che realizzassi un cornetto con scritto sul retro "Cicciona". Di per sé una creazione banale e facilissima, però ricordo di essermi messa nei panni della ragazza che l'avrebbe di lì a poco ricevuta e mi sono chiesta se mio marito me l'avesse regalata come avrei reagito...... Lascio a voi la risposta ...."



Dove ti possiamo trovare?

"Per vedere le mie creazioni mi potete trovare su Instagram ES_bijoux   oppure mi potete contattare anche via mail . Questo è il mio indirizzo: bianchetti.elisa@gmail.com .
Vi aspetto! "



Tutte le domande che ho fatto ad Elisa e le sue simpatiche risposte fanno chiaramente capire come spesso si possa andare al di là di un semplice scambio di mi piace/non mi piace sui social e far nascere qualcosa insieme ponendo anche le basi di uno scambio creativo e di condivisione.
Viva quindi la collaborazione, la condivisione e la mescolanza di tecniche!
Le idee sono dentro di noi ..... per farle uscire non occorre andare ad Oz!!!











lunedì 11 luglio 2016

Il mio nuovo canale You Tube



alberta bijoux fimo blog




Per festeggiare il decimo appuntamento della mia Rubrica #polimerinpink su Donneinpink Magazine , il blog-community con il quale collaboro,
ho deciso di aprire un canale You Tube dove ho caricato un video per raccontarvi un po' di me e mostrarvi dal vivo come creare con il fimo, in pochi semplici passaggi,
delle deliziose scarpette di danza.

scarpette danza fimo alberta bijoux blog



Del mio rapporto con la danza vi avevo già parlato già lo scorso anno in un post.
Vi ricordate di Francesca? La bambina che, indossando delle scarpette magiche alle orecchie, riesce a trovare il coraggio di ballare?
Se vi siete persi questo racconto dove, come piace a me, il fimo ben si fonde con i racconti e le favole, cliccate qui.
Trovo che, indipendentemente dallo stretto rapporto con il mondo delle paste polimeriche, esso possa essere un simpatico racconto della buonanotte per i vostri figli.

Fatemi sapere, mi raccomando, le vostre impressioni.

La danza è una vera attività espressiva e creativa che coinvolge tutto il nostro corpo e le nostre emozioni. Come insegna la storia di Francesca, nella danza e nella vita, non bisogna mai scoraggiarsi, ma provare, riprovare e lasciarsi andare. 

Tornando al video che ho recentemente caricato su You Tube su come realizzare delle scarpette di danza, prima di tutto dovete perdonarmi per i sistemi rudimentali di ripresa, ma come sempre, faccio tutto da me. Me la faccio e me la dico. Con il tempo imparerò, io non mi scoraggio e non mollo!


Prima di lasciarvi alla visione del mio primo video su You Tube, mi permetto di segnalare e consigliare a voi, appassionati di paste polimeriche, i primi dieci appuntamenti della mia Rubrica #polimerinpink, il corso gratuito on line di DonneinPink Magazine,
dedicato a chi vuole entrare in questo magico mondo dove ogni nostra idea può prendere forma.


  • Paste polimeriche cosa sono e cottura


  • Paste polimeriche e Fimo: quale scegliere


  • Quali strumenti usare per lavorare le paste polimeriche. Corso online gratuito #polimerinpink
  • Come fare i Macarons in fimo


  • Come fare deliziosi piedini in fimo.


  • Come fare i marshmallow col fimo


  • Come fare le rose con il fimo


  • Come fare un pallone da calcio in fimo


  • Come fare i gelati con il fimo
  • Come fare delle scarpette di danza in fimo




  • Buona visione!




    giovedì 16 giugno 2016

    Intervista con .... me! "Intervista col creativo"


    Voglio condividere oggi con voi un pezzetto di me, un pezzetto della mia vita che la fantastica Clelia Tarantino del blog Un'idea tira l'altra, è riuscita a far emergere attraverso le domande della sua intervista.

    E' stato un momento di grande intensità: le domande che Clelia mi ha posto all'interno della sua rubrica "Intervista col creativo", come leggerete, sono state delle domande che mi hanno coinvolto profondamente; sono state delle domande che mi hanno permesso di raccontarmi in modo spontaneo e creativo e di evidenziare l'originale progetto che sto sviluppando nel mio blog.

    Chi mi segue già sa che Alberta Bijoux è l'itinerario delle idee che prendono forma in pasta polimerica, ma nell'intervista, pubblicata poi da Clelia anche su Latina Corriere, ho avuto modo di spiegare meglio e chiarire le modalità di queste polimeriche trasformazioni.

    alberta bijoux smile fimo


    La domanda che mi ha rivolto Celia e che mi ha emozionato di più è stata questa:

    "Tu crei meraviglie ! Gli oggetti che realizzi con le tue paste sono delle vere opere d’arte: sembrano quasi avere vita. Qual’è l’ingrediente più importante per ottenere risultati di questo tipo?"

    Ho raccontato emozionata a Clelia come è nata la mia passione per le paste polimeriche, le ho svelato i miei ingredienti segreti e le mie passioni. Non sono sicura di creare meraviglie, ma senz'altro ci metto l'emozione dentro. Il fatto che Clelia abbia trovato le mie creazioni piene di vita è stato il complimento più bello che potessi ricevere e che abbia mai ricevuto.
    Perché sì, il mio ingrediente segreto è proprio......
    Non vi anticipo troppo......

    Per trovare le risposta e  la mia intervista completa cliccate qui .
    Un salutone

    martedì 14 giugno 2016

    Una bomboniera in fimo da Europei di calcio

    Una bomboniera in fimo da Europei di calcio

    Non seguo molto il calcio, ma, se gioca l'Italia, almeno ci provo!
    Ieri sera, mentre guardavo la partita, cullata dall'avanti e indietro del pallone
    ad un tratto sono rimasta colpita dall' intenso contrasto tra il verde brillante dell'erba del campo da calcio e il bianco e nero dei pentagoni del pallone.
    E ...  si è accesa una lampadina!
    Quel contrasto doveva essere mio!

    Da qualche tempo infatti sto lavorando a dei portachiavi molto sportivi decorati, alcuni con un pallone da calcio, altri con un guanto da portiere in pasta polimerica.


    Se vi siete persi i tutorial su come realizzare un pallone da calcio e un guanto da portiere in pasta polimerica cliccate qui.

    Questi portachiavi dovranno essere poi montati, tra ciocche e ciocchette, sui dei sacchettini porta confetti. come bomboniere per una Prima Comunione. 
    "Ma come? Li monterò su dei sacchettini bianchi? Li fisserò con dei nastrini a dei sacchettini di iuta per un effetto più grintoso?"
    Da un po' mi frullavano nella mente queste idee a dire il vero poco convincenti, un po' banali e poco d'effetto.

    Ma, quando meno te lo aspetti, proprio ieri sera guardando la partita che l'Italia giocava contro il Belgio, ZAC, arrivano le idee migliori: avrei cercato, per conservare l'effetto del piacevole contrasto tra il verde del campo e il bianco-nero del pallone, dei sacchettini verdi.
    Ma sarà facile trovarli brillanti come l'erba?


    La fortuna ha voluto che stamane abbia trovato dei particolarissimi sacchettini porta confetti di un brillantissimo color verde erba. 
    Sono di un verde così brillante che par tenera erba appena spuntata e, la loro trama, dulcis in fundo, ben mi ricorda quella della rete della porta da calcio.

    Ed è subito goal!


    bomboniera calcio fimo alberta bijoux


    Un'idea vincente per un primo sportivissimo prototipo di bomboniera a tema calcio che ho il piacere di condividere con voi.


    domenica 12 giugno 2016

    Benvenuti nella mia nuova craft room



    Benvenuti nella mia nuova craft room, il mio piccolo spazio dove le idee prendono forma in pasta polimerica!

    Prego, entrate........ 




    crafty room alberta bijoux fimo



    Cosa ve ne pare? 


    crafty room alberta bijoux fimo


    Certo, questo è solo l'inizio, tante sono ancora le cose da fare, sistemare e collocare, ma diciamo che sono parecchio soddisfatta ed elettrizzata.
    Sono soprattutto molto contenta perché, dopo tanti anni, avrò uno spazio tutti mio dove le mie idee potranno liberamente prendere forma in pasta polimerica.
    Mi viene da sorridere scrivendolo, ma diciamo che finalmente l'asse da stiro potrà tornare alla funzione per la quale è stata creata, ovvero servire per stirare e non per stendere la pasta sintetica!

    Ambarabà ciccì coccò, non avrò più scatoloni, scatolette,
     nastri, nastrini e cornici sotto il comò!
    Sulla tavola delle sala da pranzo si tornerà a pranzare tutti insieme!

    Con calma, parecchia calma, ma ci sono riuscita e lo spazio creativo che avevo in mente da tempo, stamattina, complice il maltempo che non ci abbandona regalandoci una piacevole temperatura per lavorare, ha preso forma.
    Mi sono armata di fantasia, di buona volontà e di quel che c'era in soffitta per allestire, nel mio magazzino, la mia stanza della creatività, la mia craft room.

    Ho allestito la mia craft room nel mio magazzino, che fino a poco tempo fa era come vedete nella foto qua sotto.


    Trovo curioso pubblicare la foto del "prima" così per dimostrarvi come con poca spesa, poca fatica e un pizzico di fantasia possiamo trasformare uno spazio inutilizzato e che inevitabilmte diventerebbe solo l'anticamera della discarica (come quasi tutti i magazzini),
    in uno spazio prezioso per noi e per i nostri figli, che, senza paura di sporcare possono dedicarsi ai loro lavoretti.
    Mi sono lamentata per anni di non avere uno spazio dove lavorare la pasta polimerica, l'ho cercato e sparso in tutte le stanze della mia casa e alla fine ..... l'avevo proprio sotto casa! Finalmente l'ho scoperto e l'ho portato alla luce!
    Dopo aver dipinto le pareti, il Conte mio marito mi ha gentilmente trasportato e collocato il tavolo di quando era bambino e che era finito in soffitta; una vecchia sedia che mia figlia Alberta si è già offerta di decorare grazie all'aiuto della sua magica Big Shot, la macchina fustellatrice.
    Ho attaccato alle pareti un quadretto componibile con i miei adorati Macarons preso lo scorso anno al ritorno dal nostro viaggio a Parigi e che non era riuscito a trovare mai una sua collocazione. Quale migliore collocazione poteva trovare dato che i Macarons sono diventati nel tempo uno dei motivi ricorrenti di Alberta Bijoux?

    alberta bijoux orecchini fimo
    Ho cominciato a disporre i miei attrezzi e ho fatto ordine nella scatola delle mie paste polimeriche. Ah! Sono proprio soddisfatta!
    Che dite? Si vede la differenza?
    PRIMA....
    ....DOPO

    crafty room alberta bijoux fimo


    Per oggi questo è tutto, vi saluto con affetto dalla mia nuova craft room!




    lunedì 30 maggio 2016

    Calcio: come realizzare dei guanti da portiere in fimo


    Oggi vi voglio mostrare, sempre per farvi vedere come le paste polimeriche siano un materiale magico che ben si presta a dar forma a ogni nostra idea,
    come realizzare un paio di guanti da portiere di calcio in fimo utilizzando paste di colore diverso.


    tutorial guanti portiere calcio fimo


    Avendo una figlia femmina, non ho mai avuto grandi occasioni nella mia vita di avere sotto mano un paio di guanti da portiere.
    Ma, con l'aiuto di qualche immagine trovata in rete e, soprattutto con la pronta collaborazione della mamma di un compagno di classe di mia figlia, portiere di una squadra di calcio, che mi ha fatto avere uno dei suoi guanti da portiere, ho potuto, con un pizzico di fantasia, dar forma a un paio di guanti da portiere in pasta polimerica.

    Potrete utilizzare questi sportivissimi charms  a forma di guanti come decorazione di portachiavi, segnalibri, cornici e perché no, anche di grintosissimi bijoux per andare  magari ad assistere ad una entusiasmante partita di calcio.

    Anche questa volta ho deciso di utilizzare la pasta polimerica You Clay della TO-DO perché estremamente modellabile e brillante anche senza una successiva verniciatura.
    Come vi ho detto già tante volte io l'adoro anche perché, pur essendo una pasta morbida, riesce, durante la lavorazione, a mantenere bene le forme senza deformarsi tra le mani.
    Se non l'avete mai utilizzata e volete provarla, vi lascio il link della TO-DO e, nella lista dell'occorrente, tutti i dettagli dei colori usati.



    Come fare un paio di guanti da portiere di calcio in fimo

    Occorrente  :
    • pasta polimerica You Clay TO-DO 001white
    • pasta polimerica You Clay TO-DO 042 neon orange
    • pasta polimerica You Clay TO-DO 028 ocean blue
    • pasta polimerica You Clay TO-DO 039 black
    • mattarello per paste polimeriche
    • dotter a punta sottile
    • cutter o taglierino
    • macchina per la pasta Imperia
    • 2 gancetti a vite
    • fornetto elettrico
    • termometro da forno


    Prendo una piccola quantità di pasta polimerica bianca, la scaldo e la modello fra le mani fino a farle ottenere la basica forma sferica. La appoggio quindi sul piano di lavoro e, con il mattarello la stendo leggermente. Quindi, con l'aiuto di un cutter o di un taglierino, tolgo le parti in eccesso facendo scaturire fuori dalla pasta la sagoma abbozzata di una mano.
    Poi, con la punta del taglierino incido dei piccoli solchi che vanno a riprendere i motivi decorativi del guanto.

    tutorial fimo guanto portiere calcio
    



    tutorial fimo guanto portiere calcio

    Stendo, con l'aiuto della macchina per la pasta Imperia, delle sottilissime sfoglie di pasta polimerica dei colori della decorazione del guanto che voglio riprodurre.
    Per il mio primo guanto stendo una sottile sfoglia di pasta blu e una di pasta arancione.
    Sempre con il taglierino ritaglio delle sagome simili a quelle delle decorazione del guanto e le vado ad applicare con delicatezza nello spazio precedentemente delineato con la punta del taglierino.

    Applico prima la parte blu,



    tutorial fimo guanto portiere calcio


    tutorial fimo guanto portiere calcio

    poi quella arancione e il guanto, dopo l'inserimento di un gancetto a vite che gli permetterà di essere utilizzato come charm, è quasi pronto per la cottura.

    Non mi resta che aggiungere gli ultimi dettagli: con la punta sottile di un dotter punzecchio la pasta per riprodurre l'effetto delle cuciture delle varie applicazioni in pelle.

    Per la cottura consiglio sempre di cucinare le creazioni in un fornetto elettrico e di inserire al suo interno un termometro da forno in modo da poter sempre controllare la reale temperatura interna del fornetto.
    Cucino il guanto alla temperatura di 110° per 20 minuti.


    tutorial fimo guanto portiere calcio


    Dopo aver creato il primo guanto e averci preso gusto, mi dedico quindi alla creazione del secondo guanto da calcio in pasta polimerica, osservando ben da vicino i dettagli del guanto vero che mi è stato prestato.
    E pensare che li avrei immaginati molto più imbottiti e grossi! Avere sotto mano ciò che si vuole riprodurre è veramente di grande aiuto perché permette di analizzare meglio le forme, gli spessori e le proporzioni.

    tutorial fimo guanto portiere calcio


    Con lo stesso procedimento, dopo aver abbozzato la forma di una mano, stendo una sfoglia sottile in pasta arancione e un'altra in pasta nera.
    Ritaglio, applico, modello e creo.


    tutorial fimo guanto portiere calcio




    Ed ecco qui anche il secondo guantone pronto per la cottura. Alè oh oh! Alè oh oh !

    Missione compiuta, nel prossimo post vi svelerò come realizzare senza stampini un pallone da calcio.
    Che il profumo di Champions League che si respira nell'aria stia influenzando anche me?


    tutorial fimo guanto portiere calcio



    Come fare un pallone da calcio in fimo.

    Potete trovare un altro sportivissimo tutorial per fare un pallone da calcio in fimo nella mia rubrica #polimerinpink su Donne in Pink Magazine. 

    pallone calcio fimo alberta bijoux





    sabato 28 maggio 2016

    Merceria Creativa : come fare un portabiglietti da visita in pasta polimerica

     
    Merceria Creativa:
    come fare un portabiglietti da visita personalizzato
     in pasta polimerica


    In questi giorni mi sono dedicata con grande piacere alla creazione di un portabiglietti da visita personalizzato realizzato interamente a mano in pasta polimerica You Clay della TO-DO. 
    Non potevo raccontarvelo prima perché questa doveva essere una sorpresa da regalare a due care amiche che stanno aprendo una merceria creativa.


     
    portabiglietti da visita fimo merceria creativa

     
                                 .
    Finalmente oggi è stato il giorno dell'attesissima inaugurazione del negozio e quindi posso ormai svelarvi completamente l'omaggio che ho donato loro come mio significativo segno di augurio per la loro nuova avventura creativa.
     
     
     
     
     
    Per la progettazione del portabiglietti ho pensato, seguendo l'itinerario delle mie idee che prendono forma in pasta polimerica, di dar forma con il fimo all' immagine che la merceria creativa vuole trasmettere: essa sarà un laboratorio di idee e di sperimentazioni tutto interamente dedicato ai nostri hobby preferiti, dal cucito creativo al pannolenci, dalle perline ai bottoni ecc. ecc.
     
    Per decorare il portabiglietti da visita ho creato quindi, per prima cosa, una macchina da cucire in fimo per un cucito, diciamo, veramente mooooolto creativo!
    Per realizzare questa macchina da cucire, dalle bianche linee squadrate, ispirata alle nuove fantastiche macchine da cucire Bernina, ho seguito alcuni semplici passaggi che ho descritto in un precedente post.
     
    macchina da cucire fimo alberta bijoux
     
     
    Se siete interessati al mio tutorial su come realizzare una macchina da cucire in fimo cliccate qui.
     

    portabiglietti da visita fimo merceria creativa


    Diciamolo:  credo proprio che questa sia la prima macchina da cucire disponibile sul web creata apposta per cucire i brillanti tessuti polimerici ottenuti stendendo, con la macchina per la pasta Imperia, le morbide paste You Clay della TO-DO.


    Le pasta polimeriche You Clay mi conquistano ogni volta: sono dei prodotti estremamente duttili e innovativi oltretutto a base di cera d'api naturale.

    L'utilizzo di materie prime specifiche di alta qualità e di resine purissime lo rendono un prodotto particolarmente indicato per ogni tipo di creazione. Sono talmente naturalmente brillanti che, una volta cotte, in un fornetto elettrico alla temperatura di 110° per 20 minuti circa, non si sente il bisogno di verniciarle! Provare per credere!


    portabiglietti da visita fimo merceria creativa


    Nella foto qui sopra potete vedere da vicino i dettagli di questo portabiglietti personalizzato: ho scelto di creare delle stoffe leggere e sottili nelle sfumature del viola utilizzando la pasta polimerica You Clay nei colori 046 lilac marble e 052 purple glam.
    I brillantini della pasta  052 purple glam mi fanno letteralmente impazzire e mi ricordano tantissimo l'effetto dei nuovi pannolenci glitterati che saranno disponibili nel negozio delle mie amiche.

    Ho avvolto la sottile sfoglia di stoffa polimerica attorno a un rettangolino di pasta sintetica marroncino; l'ho adagiata a fianco della macchina da cucire, impegnata, con il suo speciale ago formato da un chiodino a T e da una chiusura per orecchino a lobo, a fare l'orlo a una delicata stoffa viola 046 lilac marble.

    A fianco, un altro attrezzo indispensabile per il cucito creativo: un ditale in fimo.
    Per realizzare un ditale in fimo ho seguito alcuni rapidi passaggi che ho riassunto qui in un breve foto tutorial.
    Ho solamente utilizzato della pasta sintetica You Clay 040 silver grey e un ago per riprodurre i micro forellini del ditale.



    In una fornitissima merceria creativa non possono mancare poi gli spagnoletti!




    Sul retro del portabiglietti ho applicato dei bottoni realizzati interamente a mano in pasta sintetica, per l'occasione nelle varie sfumature del viola.
    Ecco unfacile foto tutorial per creare colorati bottoni in fimo: basta un anellino e un dotter e i bottoni sono pronti!






    portabiglietti  fimo merceria creativa alberta bijoux

     

    portabiglietti  fimo merceria creativa alberta bijoux

    In queste ultime foto potete ben vedere la struttura portante del portabiglietti:
    le mie creazioni in pasta polimerica, una volta cotte, sono state incollate con il SuperAttack su una base in legno a forma di cuore.
    I biglietti da visita, delicatamente appoggiati sulla stoffa polimerica violetta, sono sostenuti dal piedistallo in ferro di un manichino bianco anch'esso in pasta polimerica, che sfoggia un fiorito cappello.


    portabiglietti  fimo merceria creativa alberta bijoux
     
     
     
    Posso dirvi che il mio regalo è stato molto gradito ed è stato messo sul bancone del negozio.




    Alle mie amiche auguro di cuore un colorato futuro per la loro attività!
     In bocca al lupo ragazze!